20 martie 2008, GRANDE LAZIO 3-2 cu merda

Superb derby! Super LAZIO!!! Cu toate ca au avut noroc, tot i-am batut! Pandev, Rocchi,Behrami – 2 (pt 0-1 a degajat in taddei) =))

 All’Olimpico splendido derby deciso a tempo scaduto. A segno Taddei e Pandev nel primo tempo, Rocchi su rigore e Perrotta nella ripresa. Poi al 47′ la rete dello svizzero. Vendicato il 3-2 giallorosso dell’andata. Prima del match curve unite nel segno di Gabriele Sandri

L'esultanza di Delio Rossi per il successo della Lazio. Reuters

L’esultanza di Delio Rossi per il successo della Lazio. Reuters
ROMA, 19 marzo 2008 – Ventiquattro punti di differenza in classifica, non in campo. La Lazio vince meritatamente il derby 3-2, stesso punteggio con il quale si era imposta la Roma all’andata. Segnano Pandev, Rocchi su rigore e Behrami a tempo scaduto, quando ormai i giallorossi credevano nel pari agguantato con Perrotta. Invece Spalletti e i suoi scivolano a -7 dall’Inter e il digiuno di Totti s’allunga (dura dal 9 novembre 2003). Troppa la libertà concessa al tridente biancoceleste, intuizione di Delio Rossi che in poche giornate ha riportato la Lazio in zona Uefa. E pensare che la Roma era addirittura passata in vantaggio.
CHE GOLLONZO – Quello che accade alla mezz’ora ha dell’incredibile: i giallorossi sono in attacco, Vucinic cerca la profondità ma Behrami è attento e rinvia. Il caso, però, vuole che il pallone sbatta sulla spalla di Taddei e torni indietro, oltre Ballotta, in rete. Sull’Olimpico, per un attimo, cala il silenzio. Perché fin qui, e anche dopo, è solo Lazio, ben disposta dietro e imprevedibile davanti col suo tridente. Kolarov, schierato al posto di Radu, è un attaccante aggiunto ed è sfortunato quando al 7′ Doni alza sulla traversa la sua punizione dalla trequarti. Ci provano anche Bianchi e Rocchi, ma Mexes e Juan fanno buona guardia. Nella Roma non va l’intesa tra la mediana e Perrotta che dovrebbe assistere Totti, così anche il capitano giallorosso non si vede. E la Lazio pareggia: splendida l’azione di prima Rocchi-Kolarov e cross al centro deviato da Doni su piedi di Pandev che non sbaglia (44′).
BOTTA E RISPOSTA – Spalletti riporta l’ordine e nella ripresa è un’altra Roma anche se va subito sotto: Juan è in ritardo su Bianchi e lo atterra, è giusto il rigore realizzato da Rocchi al 13′. Pochi istanti prima, un palo esterno di Kolarov su punizione. I giallorossi non ci stanno: segna Totti ma è in fuorigioco, poi il capitano offre a Perrotta l’assist per il pari, che arriva al 17′: 2-2. Spettacolo in campo, e panchine che si marcano stretto: fuori Taddei e dentro Giuly, fuori De Silvestri e Bianchi per Mutarelli e Mauri. Al 37′ Totti ha nei piedi la palla del k.o. ma anziché servire Vucinic s’intestardisce nel dribbling e perde palla. Spalletti si gioca anche la carta Mancini ma è la Lazio a tornare in vantaggio a tempo scaduto: Mauri per Behrami, tiro potente e corsa sotto la curva. Finisce 3-2 come all’andata, ma stavolta l’Olimpico è biancoceleste.
Spread the love
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •